Le valutazioni delle Commissioni mediche in ordine ai requisiti psico - fisici richiesti per il reclutamento nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia sono espressione di discrezionalità tecnica, hanno natura infungibile, sono sindacabili solo ove palesemente inattendibili, sono soggette al principio tempus regit actum e costituiscono prove normalmente non ripetibili al fine di garantire la pari e contestuale valutazione degli aspiranti nell'ambito di una medesima procedura concorsuale.