Nei giudizi di avanzamento a scelta dei militari, la scelta degli ufficiali meritevoli di accedere agli alti gradi della gerarchia militare riposa su valutazione frutto di discrezionalità tecnica; conseguentemente il sindacato di legittimità obbedisce ai criteri che conformano e circoscrivono il giudizio d'impugnazione delle relative valutazioni, canonizzati da consolidata giurisprudenza entro lo spettro dei vizi d'illogicità manifesta e travisamento dei fatti.