Il meccanismo della conversione in contratto a tempo indeterminato prevista per il caso di abusivo utilizzo di contratti a termine dall'art. 4-bis, D.Lgs. n. 368 del 2001, abrogato dagli artt. 21 e 55, comma 1, lett. b), D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81, è inapplicabile al rapporto di lavoro pubblico, anche in regime di diritto pubblico, per il quale vige, in caso di violazione di norme imperative in materia, uno specifico regime sanzionatorio contenuto nell'art. 36, comma 5, D.Lgs. n. 165 del 2001 cit., costituito dal diritto del lavoratore al risarcimento del danno.