Reato commesso ai danni di un magistrato militare.