E' viziato sotto il profilo del difetto di motivazione, il giudizio di inidoneità all'avanzamento di un sottufficiale, nel caso in cui non vengano indicate le ragioni per le quali una sanzione oggettivamente non grave o almeno implicitamente valutata tale in sede di redazione delle note caratteristiche, sia stata ritenuta determinante in sede di giudizio di idoneità nel valutare negativamente le qualità dell'interessato, a fronte del progressivo miglioramento delle qualità professionali e militari riscontrato nelle schede valutative relative agli anni successivi a quello dell'irrogazione della sanzione disciplinare stessa.