Appuntato Scelto del Corpo della Guardia di Finanza espone e detiene per la vendita, all'interno di un appartamento un ingente quantitativo di capi e accessori di abbigliamento di illecita provenienza, tutti recanti marchi di fabbrica contraffatti; cede a terze persone vari prodotti e oggetti recanti marchi contraffatti sia a titolo oneroso che a titolo gratuito, rivestendo un ruolo decisivo nella commercializzazione delle merce contraffatta, curando i rapporti con i fornitori e i clienti; omette di pagare l'Iva sui suddetti beni acquistati, ancorché provento di fatti illeciti, nonché di pagare l'Irpef sui guadagni ottenuti con le predette vendite; prosegue nella gestione dell'attività anche nei mesi successivi all'operazione di p. g. che ha determinato il sequestro dei capi.